News

10.08.2022 - Inseriti 107 alberi nell'elenco nazionale degli alberi monumentali d'Italia

Sono 107 i nuovi alberi del patrimonio arboreo di Castelfranco Veneto che entrano nel novero dell'elenco nazionale degli alberi monumentali d'Italia (AMI) di recente aggiornato con decreto ministeriale del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

Si conclude così con successo il processo di candidatura per il riconoscimento di monumentalità degli oltre cento alberi proposti dal Comune.

Un riconoscimento che completa un interessante e complesso lavoro relativo allo Studio di linee guida per la ottimale progettazione delle riqualificazioni delle aree verdi esistenti nel Comune di Castelfranco Veneto condotto dal borsista Marco Boscaro del Dipartimento TESAF (Territorio e Sistemi Agro-Forestali) dell’Università di Padova con la supervisione del tutor Prof. Raffaele Cavalli, referente per l’ateneo patavino della gestione tecnica del Compendio di Villa Revedin Bolasco nonché responsabile di LABbolasco, laboratorio del Dipartimento con sede nella Villa.

Avviata nell’ottobre 2020 la ricerca sottolinea l’importante collaborazione tra il Comune di Castelfranco Veneto e il Dipartimento dell’ateneo patavino ed è stata svolta in gran parte presso il LABolasco, ma anche nelle aree verdi di interesse comunale (parchi, giardini, viali alberati, aree verdi ecc.) e presso la Biblioteca Comunale di Castelfranco ed il relativo archivio storico.

Essa ha anche permesso di individuare 107 alberi ritenuti, per le loro caratteristiche botaniche e per il contesto in cui sono inseriti, candidabili al riconoscimento di monumentalità.

Si tratta in particolare di:

▪                        1 nucleo di 102 tigli, di cui 75 tigli nostrani e 27 tigli selvatici, nel viale alberato Brigata Cesare Battisti (noto come Viale della Stazione)

▪                        3 alberi singoli: un cedro dell'Himalaya, un tasso e un ligustro in Corso XXIX Aprile (il giardino del castello)

▪                        1 nucleo di due cedri dell’Atlante in Corso XXIX Aprile (il giardino del castello)

Commenta l’assessore all’ambiente, Roberto Filippetto: “Con questi nuovi 107 alberi il patrimonio monumentale castellano raggiunge quota 121 alberi in quanto 14 erano già stati riconosciuti in passato di cui 12 (9 alberi singoli e un gruppo di 3 alberi) collocati solo nel giardino storico di Villa Revedin Bolasco.

E’ un ottimo risultato che da un lato conferma il pregio ed il valore del patrimonio arboreo della nostra Città e dell’altro l’importante sinergia con il Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali dell’Università di Padova, del Prof. Raffaele Cavalli e di LABbolasco, laboratorio del Dipartimento con sede nella Villa con una ricerca che - ricordo - il Comune ha finanziato con 10mila euro”.



Data ultimo aggiornamento: 12-09-2022