News

Tavola 07 - L’amministrazione della giustizia

Una tra le funzioni assegnate ai podestà, forse la più importante, era l’amministrazione della giustizia. L’attività giurisdizionale del podestà Semitecolo è ampiamente documentata nei volumi 33 e 34 dei cosiddetti Reggimenti conservati nell’Archivio storico comunale di Castelfranco Veneto. Si tratta di volumi che raccolgono gli atti di governo (reggimento) dei podestà. In questi due volumi sono raccolti centinaia di carteggi prodotti essendo podestà il Semitecolo e inerenti materie le più disparate di giustizia civile che vedono protagonisti cittadini nobili e non nobili della Terra e abitanti dei villaggi della podesteria. Numerosi sono gli atti inerenti le assicurazioni di dote, cioè la definizione di quanto in beni mobili spetta alle future spose. Interviene in controversie famigliari (divisioni di beni), in pignoramenti, in pronunce di testamenti, in intimazioni di pagamento di debiti non onorati, e in molte altre fattispecie di materie civili. Determinati provvedimenti sono adottati in palatio suae solitae residentiae e introdotti dalla formula coram Clarissimus Potestas ad bancum iuris comparuit …. Tra le carte del reggimento non ne compaiono che riguardino materia criminale, forse nella competenza del podestà e capitano di Treviso, permanendo comunque metodi di tortura commisurati ai reati. Certo grande rilevanza nell’esercizio di governo del Semitecolo occupano gli atti e i decreti relativi alla tentata riforma del Monte di Pietà che dure, scomposte e anonime reazioni finì per scatenare.



Data ultimo aggiornamento: 11-06-2021