News

[05.02.2019] - Studenti e professori di Bruxelles a Castelfranco per il progetto OMNE

Lo scorso venerdì 25 gennaio si è svolto a Castelfranco un nuovo importante appuntamento nell'ambito del progetto OMNE, Osservatorio sul paesaggio e l’ambiente promosso dall’Ufficio Ambiente del Comune e dall’ULSS 2 Marca Trevigiana con la collaborazione del Museo Casa Giorgione e della Biblioteca Comunale.

Più di venti studenti dell’ERG di Bruxelles - école de recherche graphique / école supérieure des arts, accompagnati da un gruppo di professori tra cui l’importante fotografo Gilbert Fastenaekens che ha segnato la storia della fotografia partecipando alla più nota campagna di documentazione paesaggistica commissionata in Francia negli anni Ottanta, nota a tutti come DATAR, hanno incontrato Massimo Sordi e Stefania Rössl, organizzatori del progetto OMNE insieme a Maura Gallina e Rita Cagnin, per conoscere il nostro territorio e fotografarlo.

Hanno assistito alla presentazione dell'architetto Luca Pozzobon, Dirigente del Settore Urbanistica e Pianificazione Territoriale del Comune, orientata alla conoscenza delle principali caratteristiche dell’area del nord-est italiano e del territorio del nostro comune.  Al gruppo si è unito anche il noto fotografo trevigiano Marco Zanta che sta collaborando con il progetto OMNE e che ha presentato alcuni dei suoi lavori più importanti.

Nella stessa settimana i cinque artisti internazionali Francesca Cirilli (Italia), Anne Golaz (Svizzera/Finlandia), Vittorio Mortarotti (Italia), Igor Ponti (Svizzera) e Antoine Seguin (Francia) sono tornati in città una seconda volta per completare la loro esperienza di residenza a Castelfranco come richiesto dal progetto OMNE: cinque campagne fotografiche finalizzate ad approfondire lo studio del nostro territorio intorno al significato di “bellezza”.  Gli artisti hanno incontrato anche alcune classi del Liceo Artistico “Rosselli” che, nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro, svilupperanno un tema analogo attraverso le discipline multimediali.

Dopo la prima edizione di OMNEFEST, presentata tra ottobre e dicembre 2018, nei prossimi appuntamenti con OMNEFEST avremo l’occasione di vedere le bellezze del nostro paesaggio con gli occhi dei nuovi artisti che, come diceva Alain Roger, “sono sempre avanti a noi e anticipano la nostra esperienza”.



Data ultimo aggiornamento: 05-02-2019