Comune

Il programma amministrativo 2010-2015

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO
PROVINCIA DI TREVISO
   

LINEE PROGRAMMATICHE PER IL QUINQUENNIO AMMINISTRATIVO 2005/2010

Il quinquennio amministrativo 2005-2010 si apre con una serie di nuove importanti sfide per la città di Castelfranco Veneto, proiettata verso una dimensione di crescita demografica significativa e pronta a confermarsi centro ricco di opportunità di lavoro e di formazione culturale e professionale di eccellenza, favorita dalla sua centralità nel Veneto e dagli sviluppi della mobilità.

Castelfranco è, per tradizione e storia ormai consolidata, centro di cultura e formazione con Biblioteca, Teatro, Centri culturali e Scuole di ogni ordine e grado, su scala da capoluogo di provincia: è pertanto evidente la necessità di continuare con nuovi investimenti per migliorare gli ambienti scolastici della scuola di base e degli Istituti Superiori, in collaborazione con la Provincia, rafforzare i legami con l’Università e promuovere la partecipazione di giovani, adulti e anziani alla vita culturale, con una sempre maggiore accessibilità e varietà delle offerte, degli spazi e delle opportunità.

Nuovo impulso potrà venire altresì dalla valorizzazione del patrimonio di storia, arte e architettura attraverso investimenti che avranno al centro Giorgione e il suo museo, il patrimonio delle collezioni d’arte di proprietà comunale e non solo, le mura medioevali, i siti archeologici e la qualità architettonica del centro urbano e delle ville, in una Castelfranco “Città d’arte” a pieno titolo.

Castelfranco rimane altresì un centro artigianale e industriale, ancora di grande importanza nella Castellana con oltre il 45% di addetti, ai quali l’Amministrazione comunale garantirà sostegno e nuove opportunità a partire dalle aree previste dal nuovo PRG per lo sviluppo di iniziative imprenditoriali. Ma impegno concreto e sostegno saranno assicurati anche all’esplorazione di nuovi percorsi per promuovere la capacità di fare impresa, alla riqualificazione professionale, al monitoraggio e orientamento dell’incontro domanda — offerta e all’avvio di attività innovative e qualificate che si insedino nel rispetto dell’ambiente. Tutto ciò in stretta collaborazione con Associazioni di Categoria, territoriali, sindacali, continuando a farsi partner nel sostegno ai Consorzi fidi e alle Cooperative di garanzia, come nell’adesione a progetti che valorizzano il sistema produttivo territoriale quali il Distretto della Bicicletta e l’Osservatorio socio-economico della Castellana.

Castelfrancoè anche al centro di una qualificata offerta di servizi alla persona in ambito socio-assistenziale e di accoglienza, dalla Casa di Riposo ai Centri diurni per auto e non autosufficienti, ai Centri occupazionali per disabili gestiti in collaborazione con USSL e Cooperative sociali, ai servizi di distretto come il Consultorio per le famiglie, i giovani, i minori, alla Neuropsichiatria infantile, all’Assistenza domiciliare integrata, all’accoglienza agli anziani. Su tutte queste iniziative è assolutamente indispensabile investire nuove risorse con attività e progetti innovativi, sia comunali che di territorio, focalizzati sul “sistema famiglia”, confermando una vocazione forte della nostra realtà sociale.

Completa il quadro dei servizi legati al Welfare un centro ospedaliero che offre al territorio cura e prevenzione ma che è anche centro di eccellenza con reparti di alta specialità a livello regionale. I lavori per il completamento dell’ospedale garantiranno, entro 3 anni, tutte le prestazioni riunite nella sede del monoblocco. Da quel momento sarà possibile seguire il naturale miglioramento del servizio e sarà assicurato quel controllo attento, severo e costante, a garanzia di qualità della sanità pubblica del nostro territorio per tutti i cittadini. Le cure e l’assistenza, le professionalità e le tecnologie dovranno continuare ad essere come sempre qualificate e rispondenti ai progressi della medicina. Alla Regione richiederemo grande attenzione e nuovi investimenti per la medicina sul territorio, per le alte specialità e per l’innovazione e un legame sempre più forte con l’Università.

Castelfranco ha confermato anche in questi ultimi anni la sua natura di centro commerciale naturale, con un centro storico che attrae un ampio bacino di utenza e che mantiene una sua forza grazie anche al contesto di accessibilità, accoglienza, valori architettonici e decoro urbano dei luoghi.

È necessario perciò continuare ad investire nella qualità urbana e negli incentivi alle attività commerciali per rafforzare l’immagine del nostro polo e garantire futuro agli operatori in collaborazione con le Associazioni di categoria, ottimizzando le opportunità che possono venire anche dal riconoscimento di Città d’Arte che ha premiato il nostro centro per la sua valenza storica, architettonica e monumentale e potrà creare nuovi flussi turistici.

Da ultimo è importante sottolineare come Castelfranco sia al CENTRO DELLA MOBILITA’ REGIONALE, in quanto nodo centrale del Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale, sede anche di una Società di trasporto pubblico su gomma, la CTM e soggetto di futuri interventi sulla viabilità legata alla Pedemontana Veneta.

Accompagnare gli investimenti Regionali e Provinciali con l’impegno nei raccordi con la viabilità urbana e con la logistica, esprimere progettualità incisive per la viabilità sia comunale che sovracomunale con investimenti e compartecipazioni anche rispetto agli Enti sovraordinati , investire nella sicurezza di pedoni e ciclisti e rafforzare il trasporto pubblico insieme e Provincia e Regione saranno le priorità dell’Amministrazione.

La nostra è una realtà con radici profonde, che si riconosce nei valori forti e universali del lavoro, della solidarietà e dell’accoglienza, attaccata alle tradizioni culturali, religiose e sociali e alla sua storia antica ma contemporaneamente aperta al nuovo, alle relazioni, alle comunità contermini, alle Istituzioni sovraordinate, agli attori dello sviluppo economico, della formazione culturale e professionale.

Una realtà da inserire pienamente nel Piano Strategico Provinciale per veder riconosciute e promosse tutte le potenzialità esistenti.

A servizio di questo territorio e della sua gente l’Amministrazione Comunale intende, in questo avvio di legislatura, mettere a disposizione ogni energia e risorsa per dare futuro alle nuove generazioni, facendo leva sui punti di forza della nostra realtà territoriale, sulle opportunità che si affacciano, sulle sfide che la attendono.

Scarica l'intero documento: 
Linee Programmatiche 2005-2010 icon 163.68 KB



Data ultimo aggiornamento: 15-07-2016