Comune

2023-2024 Inquinamento da PM10

ANNO 2023-2024

MISURE PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELL'ARIA ED IL CONTRASTO ALL'INQUINAMENTO LOCALE DA PM 10

E' stata emessa ordinanza sindacale valida dal 1° ottobre 2023 al 30 aprile 2024


Apri l'ordinanza Ordinanza misure antismog 2023-2024

 Oggi, 19 febbraio 2024, ARPAV comunica che nel nostro Comune è stato raggiunto il livello di allerta 1 - ARANCIO - per il PM10. Da domani 20 febbraio 2024 e fino a diversa comunicazione, devono essere adottare le misure corrispondenti, secondo quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano e come integrato dalle DGRV n. 238/2021 e n. 1089/2021.

Contenuti principali dell'ordinanza:
A. Di individuare una zona NO SMOG del centro storico nella quale applicare le misure di limitazione al traffico, e precisamente l’intera area interna alle mura cittadine, con ingresso da Via Francesco Maria Preti e Via Garibaldi, nella quale si istituisce:

1. Il divieto di circolazione dei veicoli nell’intera area NO SMOG interna al Castello, con ingresso da Via Francesco Maria Preti e Via Garibaldi:

In condizioni di nessuna allerta – livello verde, da lunedì a venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, divieto di circolazione dei veicoli

Categoria M e N

In condizioni di primo livello di allerta – livello arancio, tutti i giorni di allerta, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, divieto di circolazione dei veicoli:

Categoria M

Categoria N

In condizioni di secondo livello di allerta – livello rosso tutti i giorni di allerta, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, divieto di circolazione dei veicoli:

Categoria M

Categoria N

Benzina Euro 0, Euro 1 Euro 2

Diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5 (per queste ultime divieto solo dalle ore 8.30 alle ore 12.30)

Cicli e motocicli L Euro 0 e Euro 1 2.

2. Il divieto di circolazione di tutte le categorie di veicoli, ad esclusione di quelli elettrici, nell’intera area NO SMOG interna alle mura cittadine, con ingresso da Via Francesco Maria Preti e Via Garibaldi dalle ore 8.30 alle ore 18.30 una domenica al mese, nel periodo ottobre 2023 - aprile 2024 compreso, secondo il seguente calendario:

3. Le limitazioni alla circolazione ai punti 1 e 2 si intendono con le seguenti eccezioni e deroghe:

B. Di applicare le seguenti misure su tutto il territorio comunale:

1. Obbligo di spegnimento dei motori dei seguenti mezzi in tutto il territorio comunale:

a) degli autobus compresi quelli di linea, in generale nella fase di stazionamento ed anche ai capolinea, indipendentemente dal protrarsi del tempo di stazionamento e dalla presenza a bordo del conducente o di passeggeri. La partenza dei veicoli deve essere immediatamente successiva all’accensione del motore;

b) degli autoveicoli in sosta e per i veicoli trasporto cose anche durante le fasi di carico/scarico, in particolare nelle zone abitate;

c) degli autoveicoli per arresto della circolazione di durata maggiore di un minuto in corrispondenza dei semafori e dei passaggio a livello;

d) dei treni e/o locomotive con motore a combustione nelle fasi di sosta.

2. Il divieto di utilizzo di generatori di calore alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianti di riscaldamento principale a gas):

a) con una classe di prestazione emissiva inferiore alle “3 stelle” in base alla classificazione ambientale introdotta dalla DGRV n. 1908/2016 in allerta verde;

b) con una classe di prestazione emissiva inferiore alle “4 stelle” in base alla classificazione ambientale introdotta dalla DGRV n. 1908/2016 in allerta arancio e rosso;

3. L’ obbligo di utilizzare, nei generatori di calore a pellet di potenza termica inferiore a 35 kW, pellet che, oltre a rispettare le condizioni previste dall’all. X, parte II sez. 4 par. 1 lett. d) alla parte V del D. Lgs, 152/2006, sia certificato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2 da parte di un Organismo di certificazione accreditato.

4. La riduzione delle temperature medie per il riscaldamento civile: Nelle 14 ore/giorno consentite in zona climatica E), di limitazione della temperatura misurata ai sensi del D.P.R. n. 412/93 e s.m.i.:

a) A massimi 19° C + 2°C di tolleranza negli edifici classificati in base al D.P.R. n. 412/39 con le sigle:

b) A massimi 17°C + 2°C di tolleranza negli edifici classificati in base al D.P.R. 412/93, con la sigla E.8 - attività industriali ed artigianali e assimilabili. I titolari/rappresentanti di siti produttivi possono richiedere deroghe ai limiti di temperatura dell’aria negli ambienti qualora si verifichi almeno una delle seguenti condizioni:

Sono esclusi dal rispetto delle seguenti limitazioni:

a) gli edifici adibiti a ospedali, cliniche o case di cura e assimilabili, ivi compresi quelli adibiti a ricovero o cura di minori e anziani, nonché le strutture protette per l’assistenza di soggetti affidati a servizi sociali pubblici, limitatamente alla permanenza e al trattamento medico dei degenti e degli ospiti;

b) gli edifici adibiti a piscine.

5. Il divieto di climatizzare i seguenti spazi dell’abitazione o ambienti ad essa complementari:

a) Cantine, ripostigli, scale primarie e secondarie che collegano spazi di abitazione con cantine, box, garage;

b) Box, garage, depositi.

6. Il divieto di combustioni all’aperto anche in ambito rurale di residui vegetali dal 1 ottobre 2023 fino al 30 aprile 2024, con le seguenti eccezioni, le quali comunque devono rispettare le dovute modalità di sicurezza e precauzioni stabilite dalla legge:

a) Dei tradizionali falò dell’Epifania organizzati esclusivamente da Associazioni, Comitati di Quartiere, Parrocchie nel mese di gennaio 2023 con utilizzo del solo materiale vegetale proveniente dalla potatura delle piante e delle siepi, solo se oggetto di specifica Ordinanza Sindacale in deroga al presente provvedimento;

b) dei casi soggetti ad obbligo di combustione per disposizione regionale con finalità antiparassitaria;

c) di nidi di processionaria del pino che danneggia le piante di conifere e le resinose in genere;

Le deroghe previste alle lettere b) e c) dovranno avere la seguente disciplina:

7. Il divieto di spandimento di liquami zootecnici in condizioni di allerta superiore arancio o rosso per inquinamento atmosferico, dal 1° ottobre 2023 al 15 aprile 2024; sono fatti salvi gli spandimenti mediante iniezione o con interramento immediato.

MONITORAGGIO ARPAV


La qualità dell'aria è monitorata da ARPAV (Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto)

 è possibile consultare i BOLLETTINI nella seguente pagina SITO ARPAV - PM10

 è possibile rimanere aggiornati in tempo reale sui livelli PM10 BOLLETTINI tramite il canale TELEGRAM dell'ARPAV


Il sistema di monitoraggio prevede diversi livelli di concentrazione presenti nell'atmosfera, e in corrispondenza dei rispettivi colori che ne identificano la quantità, VERDE, ARANCIONE e ROSSO, devono attuarsi le misure indicate nell'Ordinanza sopra riportata. 

 Oggi, 19 febbraio 2024, ARPAV comunica che nel nostro Comune è stato raggiunto il livello di allerta 1 - ARANCIO - per il PM10. Da domani 20 febbraio 2024 e fino a diversa comunicazione, devono essere adottare le misure corrispondenti, secondo quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano e come integrato dalle DGRV n. 238/2021 e n. 1089/2021.

 Oggi, 09 febbraio 2024, ARPAV comunica che nel nostro Comune è stato raggiunto il livello di allerta 0 - VERDE - per il PM10. Da domani 10 febbraio 2024 e fino a diversa comunicazione, devono essere adottare le misure corrispondenti, secondo quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano e come integrato dalle DGRV n. 238/2021 e n. 1089/2021.

 Oggi, 05 febbraio 2024, ARPAV comunica che nel nostro Comune è stato raggiunto il livello di allerta 2 - ROSSO - per il PM10. Da domani 06 febbraio 2024 e fino a diversa comunicazione, devono essere adottare le misure corrispondenti, secondo quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano e come integrato dalle DGRV n. 238/2021 e n. 1089/2021.

 Oggi, 24 gennaio 2024, ARPAV comunica che nel nostro Comune è stato raggiunto il livello di allerta 1 - ARANCIO - per il PM10. Da domani 25 gennaio 2024 e fino a diversa comunicazione, devono essere adottare le misure corrispondenti, secondo quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano e come integrato dalle DGRV n. 238/2021 e n. 1089/2021.

 Oggi, 02 gennaio 2024, ARPAV comunica che nel nostro Comune è stato raggiunto il livello di allerta 0 - VERDE - per il PM10. Da oggi 02 gennaio 2024 e fino a diversa comunicazione, devono essere adottare le misure corrispondenti, secondo quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano e come integrato dalle DGRV n. 238/2021 e n. 1089/2021.

Oggi, 28 dicembre 2023, ARPAV comunica che nel nostro Comune è stato raggiunto il livello di allerta 2 - ROSSO - per il PM10. Da oggi 28 dicembre 2023 e fino a diversa comunicazione, devono essere adottare le misure corrispondenti, secondo quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano e come integrato dalle DGRV n. 238/2021 e n. 1089/2021.

Oggi, 25 dicembre 2023, ARPAV comunica che nel nostro Comune è stato raggiunto il livello di allerta 1 - ARANCIONE - per il PM10. Da domani 26 dicembre 2023 e fino a diversa comunicazione, devono essere adottare le misure corrispondenti, secondo quanto previsto dall'Accordo di Programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano e come integrato dalle DGRV n. 238/2021 e n. 1089/2021.


La zona NO SMOG del centro storico nella quale si applicano le misure di limitazione al traffico, è l'area interna al Castello, con ingresso da Via Francesco Maria Preti e Via Garibaldi. La segnaletica apposta (vedi immagine sottoriportata) indica le misure in relazione al livello di allerta. 

Data creazione: 27-12-2023    |    Data ultimo aggiornamento: 19-02-2024