News ed Eventi

[18.05.2018] - “Sottosopra” si fa grande: quattro giorni di eventi, tanti ospiti e il ritorno di Balasso

 

 

A pochi giorni dal via della seconda edizione di “Sottosopra” (23-26 maggio) fervono i preparativi. La manifestazione, voluta e prodotta dai giovani di Castelfranco Veneto con il supporto dell’Amministrazione comunale per dare e darsi un punto di vista diverso sulla propria città, questa volta si fa più grande e arricchisce il programma con ospiti e attività. Tornerà anche il comico Natalino Balasso, ma in un ruolo diverso dallo scorso festival.

Ingrandirsi per includere più realtà e non limitarsi a un solo giorno “sottosopra” era l’obiettivo di quest’anno. Ecco allora che aspettando “Sottosopra” si ha la possibilità di partecipare a quattro gustosi eventi di anticipazione, tutti a Castelfranco: mercoledì 23 maggio il live di Emidio Clementi e Corrado Nuccini, in collaborazione con Veneto jazz, giovedì 24 il concerto con orchestra allargata insieme a Enjoy Orchestra, venerdì 25 l’Hackathon e l’aperitivo Sottosopra, con musica di Aperitivo al Verde Soundsystem.

Se l’anno scorso lo slogan della giornata sottosopra era “E se per un giorno cambiassimo punto di vista?”, quest’anno è diventato “Sottosopra. Un nuovo punto di vista”. A dimostrazione del successo della precedente manifestazione e dei riscontri che qualcosa nel modo di vedere la cultura e i giovani possa cambiare. Riscontri positivi ce ne sono stati proprio a Castelfranco e dintorni, da Comune, associazioni, commercianti, artisti e cittadini. “Sottosopra” si sta ingrandendo grazie a loro. Risultato: più giorni, più ospiti e più attività che stravolgano la routine, che facciano divertire e pensare.

Gli ospiti principali, appena finiti di annunciare, vantano sportivi come l’alpinista Manolo, artisti come Arcangelo Sassolino e dj/produttori come Clap! Clap!, tra gli altri.

 

PROGRAMMA E ORARI

Sabato 26 maggio, dalle 16.00 alle 24.00, dentro le mura di Castelfranco. Lungo le strade rese completamente pedonali.

 

OSPITI

Alle 17.30 il leggendario alpinista Manolo, alias Maurizio Zanolla. presenta il suo libro "Eravamo immortali" nella Piazzetta Guidolin. Dalle 18.30, sullo stesso palco, interverranno Arcangelo Sassolino, artista, Luca Illetterati, filosofo, e Guido Beltramini, curatore ed esperto d’arte, con un dialogo dal titolo “Filosofo + (artista/curatore). Si parlerà delle connessioni tra i tre mondi e le tre professioni.

Sempre sul palco della Piazzetta il poeta Alessandro Burbank e il rapper Dargen D’Amico intratterranno il pubblico con un due reading poetici: alle 19.30 Burbank e alle 20.15 D’Amico.

Main event della serata sarà la competizione di slam poetry: una sfida a colpi di versi poetici. I concorrenti saranno Dargen D’Amico, Alessandro Burbank e due grandi ospiti a sorpresa. A condurre e dirigere il tutto nientemeno che Natalino Balasso. Dalle 21.00, a Villa Barbarella (Conservatorio). Dalle 22.45 alle 24.00, in chiusura di serata, nell’originale location del plateatico davanti il Duomo, a far ballare tutti ci penserà il dj e produttore Clap! Clap! con un live set.

ATTIVITÀ

Il format è uguale allo scorso anno: negozi, bar, librerie, parrucchieri e ogni altro esercizio commerciale dentro il castello diventerà un piccolo centro culturale. La maggior parte tra le 16.00 e le 20.00.

La macelleria Targhetta ospiterà le opere dell’artista Antonio Riello e una sua performance di stampa 3D; ci sarà un open talk su temi cari alla cittadinanza come gli spazi degradati e la sostenibilità; sarà allestita una parete di arrampicata per bambini e ragazzi e uno spazio in cui, guidati, fare yoga.

Si degusterà vino con dei sommelier e si parlerà di prosecco con Gianpaolo Giacobbo, mentre la vetrina di un parrucchiere diventerà lo schermo di un cineforum. Ci sarà un workshop di pittura su ceramica, uno di scrittura creativa e un laboratorio di danza e meditazione. Molte poi le esposizioni artistiche, dalla scultura alla fotografia. Verso sera non mancherà la musica, con i dj set di Bob Clat e Jhon Montoya in una fioreria adibita a palco.

E poi jam session musicali e spettacoli circensi, giochi per bambini e cucito. Castelfranco per qualche ora diventerà un lunapark di cultura a cielo aperto.

L’ingresso è libero per tutti gli eventi, con offerta responsabile per supportare il progetto di “Sottosopra”. La manifestazione è autoprodotta dai giovani di Castelfranco e organizzata dalla Pro Loco, con la collaborazione dell’associazione Dentro/Centro e si svolge con il patrocinio del Comune di Castelfranco Veneto. Per tutti gli aggiornamenti sono attivi la pagina Facebook di “Sottosopra" e il sito www.sottosopracastelfranco.it.  ink evento: tiny.cc/h102sy.

DICHIARAZIONI

VICESINDACO, GIANFRANCO GIOVINE - «Come Amministrazione abbiamo messo a disposizione il Teatro ed altri luoghi e con i vari Assessorati stiamo dando il supporto necessario con l’obiettivo di trasformare al meglio la progettualità di questi ragazzi in un grande evento. Sono convinto che ci sarà il giusto riscontro non solo del mondo giovanile».

ASSESSORE ALLE POLITICHE GIOVANILI, SANDRA PIVA - «Per Castelfranco credo sia la prima volta che dei giovani, numerosi, si siano proposti con un’attività molto articolata suddivisa in 4 giorni. Il protagonismo giovanile ci sta tutto perché rappresenta l’impianto del progetto. Come Amministrazione ci siamo seduti attorno ad un tavolo con i giovani e la Pro Loco a cui va il ringraziamento per il supporto che ha dato a questi giovani nella quale ha creduto ed investito. Con la Pro Loco si è creato un travaso di sapere e mi auguro che questo evento possa crescere ancora e che possa diventare un festival di giovani e per i giovani».