News ed Eventi

[23.03.2018] - Presentato il progetto CreAttiva-mente

Venerdì 23 marzo alla presenza del sindaco, Stefano Marcon, dell’assessore alla cultura, Franco Pivotti e della direttrice del centro Atlantis, Raffaella Munaretto è stato presentato il progetto “CreAttiva-mente” frutto della collaborazione tra il Centro Atlantis e l’Itis F. Nightingale.

Il Centro polivalente di utilità sociale “Atlantis” di Castelfranco Veneto è gestito dall’Associazione Temporanea d’Impresa (ATI) “Con..tatto” che raggruppa sotto un’unica guida le Coop. Soc. Cà Speranza, Il Girasole, L’incontro, convenzionata con l’azienda Ulss 2. Il Centro accoglie persone con disabilità sia nel diurno che in regime residenziale. In quest’ambito si colloca il progetto “CreAttiva-mente” che nello specifico interessa le classi terze dell’ITS ed alcune persone con disabilità inserite nel Centro. L’attività pensata per quest’anno ha focalizzato l’attenzione su un’esperienza inclusiva in grado di favorire la socializzazione con gli studenti e per questi ultimi sensibilizzarli al tema della disabilità, dell’accoglienza e della valorizzazione della diversità oltre che promuovere la cittadinanza attiva. 

Il Progetto è legato alla partecipazione al Concorso “In your shoes – Camminiamo insieme per incontrarci – 2° edizione”, rivolto agli alunni delle scuole superiori di secondo grado della provincia di Treviso. Il bando si colloca all’interno delle iniziative promosse nell’ambito della Giornata provinciale della disabilità, che affonda le radici nell’evento “Frutto di un sostegno solidale” promosso dalla Fondazione Il Nostro Domani Onlus e dal Consorzio Pro Loco Quartier del Piave, con l’obiettivo di raccogliere fondi per costruire e sostenere l’attività delle comunità alloggio per persone adulte con disabilità intellettiva e fisica che non possono vivere in famiglia. Il concorso intende premiare gli studenti che con l’aiuto degli insegnanti ed in collaborazione con associazioni di volontariato ed Enti del territorio, predispongano e realizzano progetti di sensibilizzazione e/o intervento nelle aree della disabilità. Nel nostro caso del progetto la Parrocchia di S. Maria Assunta e S. Liberale di Castelfranco sono si pongono come partnership. I gruppi partecipanti saranno anche invitati alla cerimonia della premiazione che si svolgerà il 15 maggio in cui saranno premiati i tre Progetti ritenuti più significativi ed interessanti.

IDEA DEL PROGETTO Il progetto si è sviluppato in otto incontri nelle aule dell’Istituto superiore tra gennaio e marzo tra gli studenti dell’Itis ed alcune delle persone con disabilità del centro Atlantis.  In una fase iniziale sono state analizzate la figura e le principali opere dell’artista Giorgione, è stata realizzata la visita al Museo per la Mostra “Trame del Giorgione” e all’opera principale la “Pala”, custodita nel Duomo di Castelfranco V., la visita alla canonica e al suo prezioso giardino interno.
In una seconda fase, attraverso dei laboratori, si sono realizzati due pannelli per “photo boot” realizzati su legno e lavorati con alcune tecniche. Essi richiamano la statua che sorge lungo il fossato che circonda il castello, che rappresenta il Giorgione, artista originario della nostra città. Uno dei due pannelli sarà realizzato e reso fruibile per le persone con disabilità in carrozzina; in questi ultimi c’è anche l’opportunità di utilizzare un codice “QR code” che permette di ottenere, tramite un’applicazione per smartphone/tablet, una breve descrizione delle opere in esame, curate all’interno dei laboratori con gli studenti.
Inoltre sono state realizzate attraverso delle tecniche altre circa 10 tavolette di legno che rappresentano un ciclo di affreschi del Giorgione dal titolo ”Fregio delle Arti meccaniche e liberali”, conservati al Museo.  Le opere prodotte verranno esposte in dei luoghi dedicati e attinenti al Progetto, fruibili per tutta la cittadinanza.
«Mercoledì verso le ore 10 faremo una breve cerimonia in Biblioteca con la presenza dei ragazzi del Centro – ha spiegato l’assessore Pivotti - poi metteremo i pannelli in giardino per offrirli nel periodo estivo ai ragazzi che frequentano la Biblioteca.».
Ringraziando l’assessore Franco Pivotti e l’assessore ai Servizi sociali, Sandra Piva per la sensibilità dimostrata verso questo progetto, il Sindaco ha dichiarato «come questo sia un esempio che quando si fa sinergia, ovvero lavorare a più mani, si raggiunge l’obiettivo. Lavorando assieme si è colto a pieno l’opportunità offerta per un plauso al Centro Atlantis».
Il primo cittadino ha inoltre anticipato che nel Consiglio comunale previsto questa sera, verrà approvato un primo step dei lavori di realizzazione della pista ciclabile che collega il Centro Atlantis al cuore di Castelfranco. Un ulteriore esempio di lavoro di squadra visti i soggetti interessati all’opera. La notizia è stata accolta con vivo piacere dalla direttrice Munaretto che ha sottolineato come al Centro operano oltre 200 persone e questo collegamento sarà quanto mai utile.